Dulcis in fundo. E in forno.

Se ti piace la frutta, mangiatela tutta

  • 23rd Luglio
    2014
  • 23
  • 22nd Luglio
    2014
  • 22
  • 22nd Luglio
    2014
  • 22
  • 22nd Luglio
    2014
  • 22
  • 22nd Luglio
    2014
  • 22
  • 22nd Luglio
    2014
  • 22
  • 22nd Luglio
    2014
  • 22

Casa Italo mi richiama e dice che il mio cappotto è a Milano Porta Nuova. 
"Può passare quando vuole"
 Ora tra me e il mio cappottino preferito ci sono 800 km di distanza incolmabile e la colpa è di quel tizio di Rocca di Papa che me ne ha fatti piangere 302 perché andava a Firenze per rivedere la figlia sordomuta dopo dieci anni.
I sentimenti sono la merda.

  • 21st Luglio
    2014
  • 21
  • 21st Luglio
    2014
  • 21

Io provo ma non so se ho capito bene come si gioca

settordiciottembreduemilamai:

Praticamente devo rispondere alle domande che ho ricevuto e a mia volta inoltrare altre 10 domande ad altre persone? Vediamo se ce la faccio prima di andare al lavoro.
Ringrazio intanto la dolce inutrimentiterrestri per avermi taggato :) cominciamo o



1. Estate in una località calda o fresca?
Negli ultimi anni ho imparato ad apprezzare il mare, l’acqua e la sensazione del sole sulla pelle quindi andiamo con la corrente: caldo!

2. Sai cucinare? Qual è il piatto che ti riesce meglio?
So cucinare piuttosto bene e le cose che amo di più fare e che mi riescono meglio sono le torte salate e il pesce al forno con le patate :P

3. Qual è il film e/o telefilm che ti fa più sganasciare dalle risate in assoluto?
The Big Bang Theory ❤️

4. Scegli una città in cui sei stata e dimmi posti assolutamente da visitare/attività assolutamente da fare.
Scelgo l’Irlanda e consiglierei a tutti di dare un rapido sguardo a Dublino e alla magnifica fabbrica della Guinness ma dare spazio soprattutto ai paesi limitrofi che nascondono davvero panorami fantastici.

5. Torta o pasticcini?
Pasticcini alla frutta tutta la vita.

6. Granita o gelato o frappè o ghiacciolo?
Gelato, rigorosamente la fiordilatte!

7. Io mi ossessiono spesso con le cose. Tu? Qual è la tua più recente ossessione?
Ahah anch’io! La mia più recente ossessione riguarda Arrow e tutto ciò che gravità attorno (the Flash, vari OTP)

8. Postami una gif particolarmente significativa.
Sono dal cellulare :( non riesco!

9. Consigliami una graphic novel o un libro o un qualche gruppo/cantante o una cucina straniera o quello che vuoi. Consigliami qualcosa che sono in vacanza e ho più o meno tempo per provare cose nuove.
Ti consiglio La storia di una ladra di libri. Merita cara!

10. A quale cartone animato della tua infanzia sei particolarmente affezionata e per quale motivo.
Sono affezionatissima a Rossana e Sailor Moon. La seconda l’ho vissuta proprio nell’infanzia mentre la prima l’ho seguita quando già andavo alle medie e la sua storia mi ha portato ad avvicinarmi al mondo manga 😍


Ora provo io ad inventarmi 10 domande ma faranno schifo perché sono di frettissima:
1. Qual è il tuo nome? Se potessi vorresti cambiarlo?
2. Hai animali domestici? Se si, come si chiamano?
3. Hai a disposizione 10 milioni di euro. Quale sarebbe la primissima cosa, d’istinto, che faresti (a parte svenire)?
4. Il mondo esploderà domani. Con chi vorresti passare il tuo ultimo giorno?
5. Immagina la tua vita senza tecnologia. Riesci ad immaginartela? Quale sarebbe la sfida più difficile per te?
6. La mattina cosa fai per colazione?
7. Da bambino avevi un lavoro dei sogni? Si è rivelato lo stesso che stai facendo, o per il quale stai studiando?
8. Se dovessi scegliere un solo libro della tua libreria da salvare durante un incendio (e non vale che hai l’ebook) quale sceglieresti?
9. Dimmi una parola che ti fa ridere.
10. Saluta il Tumblo come meglio ti va. Cià.

E ora tocca a voi janisinacidland, cimetempestose, miaeffe, hopegiugy, fairyswings, ninfadora88, findmeinachampagnesupernova, brindoallafollia, cocadipendente

Scappo al lavoro!

Ciao, Settordici. Ti voglio bene perché mi penzi.

1. Sul mio nome ci abbiamo scritto le meglio battute del Tumblr Italia (vedi “Mia sei mia” o il sempreverde “Sei Mia!1!”) e vi ringrazio tutti, uno per uno, perché A NESSUNO DA QUANTI ANNI CAMPO ERA MAI VENUTO IN MENTE. 

2. CIRCE.

3. Comprerei una lettiera di diamanti per Circe.

4. Circe. (No, non è vero. Vado matta per le sveltine)

5. No. No. No.

6. Mi aggiro come un disperato da una dispensa all’altra.

7. Non ho mai avuto un lavoro dei sogni. Brancolo nel buio oggi come allora.

8. I miei libri sono composti da materiale ignifugo ah ah stronzi.

9. ISONZO

10. Cinque minuti e arrivo.

  • 21st Luglio
    2014
  • 21
  • 19th Luglio
    2014
  • 19

Circe sta vivendo una fase della crescita molto particolare, nota ai più con il nome di “adolescenza” e che per me si traduce sostanzialmente in rotture di coglioni. Dopo aver deciso la sistematica distruzione delle mie zanzariere e capito che ho il sonno inverosimilmente leggero, ha deciso infatti di arrampicarsi sul tetto e miagolarmi in testa. Con mio sommo e incommensurabile orrore.
Dalle 6 fino alle 7.10 l’ho rincorsa con gli occhi da una tegola all’altra e con le Friskas in mano, implorandola di non buttarsi, di non sporgersi, di non muoversi, Circe! Poi mi son detta che la vita non ha senso se non ami e che quando ami le parole non bastano, lo devi dimostrare che ci tieni e allora scendi giù se no salgo su io!
Mi sono arrampicata sul tetto, piano, con le Friskas in una mano e i porcatroia nell’altra. Mi ci sono arrampicata io, che se salgo sulla scala per appendere due tende è già tanto.
Devo dire che la mansarda mi ha permesso di fare tutto con una sedia alta, ma ai miei nipoti darò comunque una versione dei fatti più romanzata e più creepy.
Circe mi vede, si ferma, e al primo moto di stupore segue la certezza delle mazzate; e allora comincia a correre, corre fortissimo su un tetto spiovente al secondo piano di una casa in quello che era un quartiere tranquillo e io dietro, con le Frikas in mano e un pigiamino azzurro a pois.
Colgo, perciò, l’occasione per salutare i satelliti che mi hanno telerilevato e ricordare a tutti che i gatti sono buoni pure se li azzanni crudi.

  • 18th Luglio
    2014
  • 18

Un uomo permaloso non è più un uomo: è tutta la mia ira che sgocciola piano piano.

  • 18th Luglio
    2014
  • 18

Sarà che ho la faccia placida o che mi faccio la doccia spesso, ma la gente nei treni mi deve parlare.
La solitudine alienante del vagone intriso dell’indifferenza di questa generazione senza ideali non mi appartiene e manco so che è:
“Ma oggi fa più caldo di ieri o sbaglio?” “Posso prendere il tuo giornale?” “Questi zingari di merda. Ma tu ce la fai?” “Aww, dove l’hai comprata questa borsa!”
“Questi treni di merda. Ma tu ce la fai?” “Mia famiglia tutta in Algeria. Marocco è cesso” “Quando arriva il controllore mi vuoi avvisare?”
“Questi treni di merda pieni di zingari di merda. Ma tu ce la fai?”
“Quando arriva a Cavour mi vuoi avvisare?” “No, ma io sono laureata in sociologia ma lavoro al call-center” “No, sei napoletana! Io mi credevo che eri italiana” “Io preferisco Russell Crow a Brad Pitt, sinceramente”

Arrivo, mi siedo, appoggio i gomiti sulle ginocchia, aspetto.

  • 17th Luglio
    2014
  • 17
Sono un animale alquanto pacifico, anon, uso violenza solo contro mio fratello e a volte accidentalmente contro il mio gatto che dorme nei comodini. Della gente e delle scarpe che indossa mi interessa abbastanza poco, a meno che le mie non mi facciano male, perché a quel punto comincio a bramare quelle di chiunque altro incontri per il mio cammino. Però sono pure facilmente impressionabile, e se mi dici “stivali estivi” poi mi fai paura.

Sono un animale alquanto pacifico, anon, uso violenza solo contro mio fratello e a volte accidentalmente contro il mio gatto che dorme nei comodini. Della gente e delle scarpe che indossa mi interessa abbastanza poco, a meno che le mie non mi facciano male, perché a quel punto comincio a bramare quelle di chiunque altro incontri per il mio cammino. Però sono pure facilmente impressionabile, e se mi dici “stivali estivi” poi mi fai paura.

  • 16th Luglio
    2014
  • 16